uomolupo1Quando ripenso al 2013 che sta per finire balzano alla memoria alcune torte che mi hanno dato grandi soddisfazioni. Tra queste c’è “L’uomo lupo”, realizzata per una mostra al Museo del Manifesto Cinematografico Fermo Immagine di Milano e ispirata all’omonimo film del 1941 con Lon Chaney Jr.

Mi affascinava l’idea del trucco di Lon Chaney Jr. , una pietra miliare nella storia del cinema horror e degli effetti speciali (Foto 1 qui sotto). Ho iniziato creando testa e collo in pasta di cereali e poi ci ho modellato sopra il viso in pasta di zucchero color carne (Foto 2). Come avevano fatto gli artisti degli effetti speciali per il film, volevo partire da un viso normale (tranne la bocca che ho direttamente realizzato in stile licantropo) e aggiungere la peluria passo a passo.  L’espressione doveva però già essere intensa e per questo ho prestato particolare attenzione al movimento delle arcate sopracciliari e allo sguardo (Foto 3). Sono poi passata alla colorazione di base della pelle, usando marrone in polvere e liquido (Foto 4). Ho iniziato quindi ad aggiungere ciuffi di peli, dapprima più grandi e meno dettagliati per creare la base per la peluria da sovrapporvi in seguito, usando diverse tonalità di pasta di zucchero marrone (Foto 5). Ho tenuto le ciocche in posizione con della carta stagnola e da cucina in modo che asciugassero con l’andamento desiderato. Ho poi iniziato ad aggiungere i dettagli della peluria, per esempio i peli appena accennati all’attaccatura delle orecchie (Foto 6) e poi sui lati del volto (Foto 7) e sul mento (Foto 8). Ho infine rafforzato le sopracciglia e le ciglia per intensificare l’espressione (Foto 9) e ho completato la peluria del viso. Gli ultimi tocchi di colore, sempre in polvere e liquido ed… ecco il mio Uomo Lupo (Foto10)!